PROGETTO “Coinvolgimento dei giovani nella valorizzazione delle specificità territoriali” – AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI COMUNI DA AMMETTERE A FINANZIAMENTO – (09 Febbraio 2010)

Inserito in (Incontri, Progetti) da Enzo Albanese il 08-02-2010

Nell’ambito del PROGETTO “Coinvolgimento dei giovani nella valorizzazione delle specificità territoriali” del Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’ANCI è stato pubblicato un AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI COMUNI DA AMMETTERE A FINANZIAMENTO.

Al fine di poter attivare quanto prima la fase progettuale, si invitano i soggetti  appartenenti alle aggregazioni definite durante l’Assemblea dei Giovani Amministratori, tenutasi sabato 30 Gennaio 2010 ad Alimena, a partecipare all’incontro che si terrà giorno 9 Febbraio alle ore 16,00 presso l’aula consiliare del Comune di Castellana Sicula.

I soggetti che possono presentare la domanda di partecipazione al presente Bando sono le “aggregazioni” formate da almeno cinque Piccoli Comuni. Tali aggregazioni dovranno nominare al loro interno un Comune capofila che rappresenterà l’aggregazione nei rapporti con l’ANCI e con il Dipartimento.

Gli altri soggetti che intendono partecipare in qualità di partner del progetto dovranno associarsi tra loro e con l’aggregazione o l’Unione di Comuni partecipante, mediante apposito Accordo di partenariato.

Gli ambiti d’intervento – riguardanti le iniziative progettuali volte alla valorizzazione delle specificità territoriali – con particolare attenzione a proposte in grado di generare ricadute in termini economici e professionali sui territori coinvolti, purché riferiti agli anni 2010 e 2011 che possono essere ammessi a finanziamento sono (solo a titolo esemplificativo):
– cura e promozione dei beni culturali, anche a fini turistici; – interventi sui beni culturali “immateriali” (feste, tradizioni, lingue e dialetti, enogastronomia tipica);
– progetti di “recupero” della memoria degli anziani a favore delle giovani generazioni.

La dotazione finanziaria complessivamente stanziata dal Dipartimento è di € 3.600.000,00 (tremilioniseicentomila/00), da ripartire tra i diversi progetti ammessi in misura non superiore a € 100.000,00 (centomila/00) per ciascuno di essi. La quota di co-finanziamento locale a carico e ripartita tra i Comuni selezionati non può essere inferiore al 20% del valore complessivo del singolo progetto. Tale quota assunta dai Comuni potrà comprendere finanziamenti provenienti da altri soggetti pubblici o privati, in qualità di partner del progetto.

La quota di co-finanziamento locale garantita dai Comuni e/o dai partner per la realizzazione del progetto può consistere solo in un apporto monetario diretto. Essa non potrà derivare in alcun modo da contributi o finanziamenti erogati, a diverso titolo, dal Dipartimento in favore dei Comuni proponenti ovvero degli altri soggetti partner.

La domanda di partecipazione e i relativi documenti, inseriti in busta chiusa (con sigla apposta sulla linea di chiusura), dovranno pervenire, a pena di inammissibilità, entro il 15 marzo 2010.

A tal uopo, l’Assemblea dei Giovani Amministratori, tenutasi sabato 30 gennaio 2010 ad Alimena, ha individuato – tenendo conto dei requisiti contenuti nell’Avviso Pubblico:

a) le seguenti aggregazioni territoriali:
– Aggregazione 1 – Alimena, Blufi, Bompietro, Castellana Sicula, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Resuttano;
– Aggregazione 2 – Caltavuturo, Collesano, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Lascari, Pollina, S. Mauro, Castelverde, Scillato, Sclafani Bagni;

b) i seguenti ambiti di intervento:
– Interventi su beni culturali immateriali: feste, tradizioni, lingue e dialetti, enogastronomia tipica;
– Progetti di “recupero” della “memoria degli anziani” a favore delle giovani generazioni.

Al fine di poter attivare quanto prima la fase progettuale, si invitano i soggetti  appartenenti alle aggregazioni a partecipare all’incontro che si terrà giorno 9 Febbraio alle ore 16,00 presso l’aula consiliare del Comune di Castellana Sicula per procedere a:

1. definire gli aspetti di carattere contenutistico, amministrativo e finanziario;
2. individuare il Comune Capofila di ogni singola aggregazione territoriale;
3. selezionare, nell’ambito del proprio Comune, i rappresentanti del partenariato socio-culturale da coinvolgere.



Comments are closed.